Dove nacque il Movimento Situazionista

Cosio d’Arroscia 28 luglio 1957

L’arrivo a Cosio, dai quattro angoli d’Europa, di un gruppo di artisti, giovani e bohèmiens, non doveva, nell’estate del ’57, passare inosservato.

Da Parigi veniva, con la sua compagna, Michàle Bernstein, Guy Debord, leader dell’lnternationale Lettriste.

Dalla Danimarca, via Albisola, Asger Jorn, in procinto di affermarsi come uno dei più grandi pittori europei del secolo.

Dall’Inghilterra giungeva invece Ralph Rumney, responsabile di un fantomatico comitato psicogeografico londinese, con la moglie Pegeen Guggenheim, figlia della famosa collezionista.

Da Alba, dopo Walter Olmo, pioniere della musica elettronica, all’ultimo minuto doveva presentarsi Pinot Gallizio, farmacista e archeologo, inventore dei rotoli di “pittura industriale”, da vendere a metro.

Ad ospitarli nel paese alle pendici del col di Nava erano Piero Simondo, fondatore con Jorn e Gallizio del Laboratorio sperimentale del Bauhaus immaginista, ed Elena Verrone, sposati da pochi giorni. (…)

Le fotografie dell’epoca, scattate da Rumney incorniciano i protagonisti in un abbigliamento decisamente casual, la camicia fuori dai calzoni o in canottiera, vaganti a piedi nudi per le erte stradine cosiasche o nell’atto di avventurarsi nella discesa di sconnessi gradini di pietra. (…)

Ma non si possono raccogliere personaggi acuti e inquieti al tempo stesso senza che si produca, anche involontariamente, qualcosa di esplosivo.

E dall’incontro non incidentale fra Debord, che cercava allora un’arte capace di rendere la vita appassionante, Jorn, che faceva della libertà creativa una bandiera levata contro il funzionalismo del design industriale, Simondo, che proponeva il laboratorio come luogo dove ciascuno potesse realizzare la propria arte, e Gallizio, propugnatore del nomadismo, nacque con una frettolosa votazione l’Internazionale Situazionista.

Prese vita così la leggenda della “conferenza di Cosio d’Arroscia”(…)

(fonte sc@lo 12 lettera sulle arti dal Ponente ligure – http://www.scalo.org/index-12.html).